HomeChi sono ioLe mie ideeBlogContattami
Think Tank Italiano
Mailbombing al Presidente della Repubblica
QUESTO E' IL TESTO DA INVIARE all'indirizzo

presidenza.repubblica@quirinale.it 

o a questo link:

https://servizi.quirinale.it/webmail/

Preg.mo Signor Presidente della Repubblica

L'articolo 88 della nostra Carta Costituzionale rimette nelle Sue mani una grande capacità, Lei puó salvare il Paese.
Signor Presidente, da umile cittadino io le chiedo di sciogliere le Camere visto che sono in essere tutti i presupposti che il sopra citato articolo recita.

"il Presidente della Repubblica puó seguire allo scioglimento delle Camere se sono in essere attacchi alla Costituzione ed allo Stato"

Signor Presidente, Silvio Berlusconi nella persona del Presidente del Consiglio dei Ministri, e tutto il suo Governo, perpetuano quotidianamente un attacco alla nostra Costituzione, allo Stato e a tutto il Popolo.
Decretano leggi in una sorta di conclavi notturne più degne di paesi sud americani che di una nazione democratica.

Federalismo, legge sulle intercettazioni, la riforma della scuola, condono fiscale, processo breve.
Sono solo alcuni esempi questi di leggi e di tentati decreti (ultimo Federalismo da Lei sventato), che innegabilmente calpestano la nostra Costituzione.

Le ultime dichiarazione del Presidente del Consiglio poi sono deliranti.
Un capo dei Ministri che disconosce l'operato e la rispettabilità della magistratura dichiarandola "faziosa, rossa, sovversiva e golpista" non è degno di ricoprire nessun ruolo istituzuonale.
Le ricordo che se io da libero cittadino facessi tali affermazioni, sarei condannato senza possibilità di appello.

Siamo in grave crisi Signor Presidente, una crisi nera ed ormai sull'orlo dell'irreversibilità, con un divario fra nobiltà e Popolo, che è pari solo alla Francia di Luigi XVI.

Egitto, Tunisia, Algeria, Grecia...
Lei che è stato un Compagno, Lei che è stato uno di noi, Lei Signor Presidente, lo sa che differenza passa fra questi paesi ed il nostro?
Il Popolo, noi abbiamo smesso di esserlo tanti e tanti anni fa.

Lo faccia per chi ha dato la vita per la nostra Nazione, lo faccia per tutti quei lutti che ogni giorno rabbuiano la quotidianità, lo faccia per Lei e per la sua rispettabile e gloriosa vita vissuta...
I requisiti ci sono tutti, Signor Presidente, sciolga le Camere... ci salvi Lei
<< Indietro Aggiungere un commento
0 voci totali
Aggiungere un commento
Nome*
Oggetto*
Commento*
Per favore, digitate il codice di conferma visualizzato sull'immagine*
Ricaricare immagine


Politica Italiana
Politica Internazionale
Gennaio, 2011
Febbraio, 2011
HomeChi sono ioLe mie ideeBlogContattami
Articoli di Davide Valentini